Pietro Chiesa

Pietro ChiesaPietro Chiesa is back. Aveva salutato il gruppo Crocetta al termine della stagione 2016 dopo un lungo e grande lavoro col minibaseball ed era stato salutato a sua volta con un grande, meritatissimo applauso essendo stato uno dei “rifondatori” del movimento Crocetta in coincidenza con l’inizio del nuovo millennio. Chiesa torna alla base con un ruolo diverso, ma già nel suo bagaglio d’esperienza proprio prima del suo arrivo a San Pancrazio.

La società ha individuato in lui la figura giusta per il ruolo di manager della prima squadra di softball targata Carpana-Dalmine LS al posto di Jesus Maria Ponce Sarria, dovuto tornare a Cuba. "Un’occasione, che si è presentata, che ho valutato, ponderato, non è stato semplice, e poi colto. Sinceramente non pensavo di rientrare e con questo incarico – confessa Chiesa –. Prendo il posto di un tecnico del calibro di Ponce: onore e responsabilità. C’è tanta voglia di iniziare. E’ una sfida. Sono sempre stato abituato a lavorare cercando di farlo sempre bene, al meglio, per cui se non dovesse essere proprio così sarò il primo a fare a un passo indietro. C’è il desiderio di misurarmi in un campionato, la A2, che conosco poco, devo conoscere anche le ragazze, alcune delle quali sono cresciute con me nel minibaseball, per cui non faccio proclami. L’anno scorso la squadra si è qualificata per i playoff, sappiamo che ripetersi non è mai facile e dipenderà anche in che girone finiremo, ma la squadra può fare bene. Stiamo cercando di definire il roster".

Sarah Edwards

Sarah Edwards Taurus Old Parma softballIl Gruppo Oltretorrente è lieto di comunicare l’ingaggio della prima base ricevitore americano Sarah Edwards. Sarah nata il 26 giugno 1996 a Bay Shore, New York, ha tre fratelli maggiori e un fratello gemello.

Inizia a giocare a softball dall’età di 7 anni, come atleti preferiti elenca Clayton Kershaw e Mike Trout, ama il cibo italiano, messicano e sushi. Laureata in sociologia con minoring in filosofia. Il suo sogno girare il mondo. Edwards andrà a rinforzare la Taurus Old Parma A1 softball attesa dal 1° settembre dalla fase di intergirone del campionato. High school Bay Shore e Buffalo. Ha giocato per 4 anni a Bay Shore. Giocatrice dell’anno come senior della contea di Suffolk e di All – Suffolk dove ha finito l’anno senior con la media battuta di 525. A Buffalo ha ottenuto una media battuta di 278 con 4 fuoricampo, media difesa 981, slug.474 e 386 percentuale di arrivi in base. Nel 2017 ha fatto parte della selezione del Team All. Tournament della Colonial Athletic partendo in 29 partite su 39. In questo caso Edwards ha finito al secondo posto in squadra come media battuta (312) con 5 doppi e 1 fuoricampo, 18 basi ball,  e 438 la media percentuale di arrivi in base. 

Con la divisa dell’Hofstra ha colpito il primo fuoricampo contro Elon il 23 aprile. Sarah è reduce nel 2018 nella selezione della prima squadra della NFCAA All – Northeast prima squadra atlantica di tutte le associazioni coloniali selezione della squadra CAA All – Tournament e selezione di tutti i distretti accademici CoSIDA dove ha realizzato una media battuta di 336 (terza di squadra) come battitore designato con 12 doppi con una media percentuale di arrivi in base pari a 453 con 6 fuoricampo, 32 punti battuti a casa, 31 base gratuite ricevute. Edwards sarà fissa a Parma a partire dal 27 agosto.   

Victoria Brown Taurus Old Parma softballIl Gruppo Oltretorrente è lieto di comunicare l’ingaggio della lanciatrice statunitense Victoria Brown.

Brown, nata il 12 aprile 1993 a La Porte in Texas e laureata in sociologia è il nuovo lanciatore straniero della Taurus Old Parma impegnata nel massimo campionato italiano di softball, che ripartirà il 1 settembre con la fase di intergirone, in sostituzione della canadese Courtney Auger. Victoria ha sviluppato la propria carriera negli Stati Uniti dal 2013 unicamente nella Lafayette University in Louisiana una delle più prestigiose in America e nel campionato Sun Belt Conference. Brown ha fatto carriera diventando un pitcher di punta della sua categoria.

“ Possiede – ha detto il manager della Taurus Andrea Longagnani – una grande varietà di lanci ma soprattutto una dritta veloce veramente formidabile. All’università è stata impiegata come closer, da noi dovrà cambiare impostazione, diventare partente, lanciare di più”. Victoria Brown è già a Parma a disposizione dello staff tecnico gialloblù. Jorge Navarro il pitching coach della Taurus ne ha caldeggiato l’ingaggio avendo ricevuto rassicurazioni dall’amico pitching coach Carlos Caro.

In vista della Women’s European Cup Winners Cup che si svolgerà in Olanda dal 20 al 25 agosto e della fase finale del campionato di Serie A1, con l’intergirone e gli eventuali play off, l’MKF Bollate rinforza la sua rosa: arriva da oltreoceano Jamee Juárez, giocatrice con cittadinanza statunitense, messicana e venezuelana.

JuarezInizia a giocare all’età di 7 anni e la sua passione per il softball la porta a frequentare la Ohio State University, dove vince un “Big 10 Championship”.

Juárez, nel corso della sua carriera, milita anche nella NPF, prima negli Akron, poi nei Chicago Bandits (dove vincerà un titolo) e poi nelle USSSA Pride.

Ha giocato diverse competizioni internazionali vestendo i colori di diverse nazionali, in particolare quella messicana e quella venezuelana. Con quest’ultima parteciperà al mondiale in Giappone 2018.

Jamee, che ha anche giocato nel campionato italiano con l’Unione Fermana nel 2011, è un lanciatore e interno, oltre a essere un buon battitore.

La squadra della Reale Mutua Jacks Torino

La stagione regolare del softball femminile è appena terminata, sport che in Sicilia a cavallo fra gli anni 70 ed 80 ha vissuto momenti d’oro grazie alla Romolo Murri Catania, al Palermo Softball, al Polizzi Generosa e all’Ustica, quest’ultima ha fatto vestire la maglia della nazionale a Cinzia Agnello ed all’olimpionica di Sydney 2000 Clelia Ailara.

Nel più recente passato oltre alla compagine madonita, anche il Cus Messina ha disputato più volte il torneo di A2, mentre nel massimo splendore il softball siciliano ha visto in campo il Santa Domenica Vittoria, due squadre di Messina, sei tra Catania, Castiglione di Sicilia e Paternò, oltre a Palermo ed Ustica.

Oggi invece in Sicilia si svolge un campionato regionale di serie B, ristretto a quattro squadre, ossia: il Cus Uni Messina, la Islanders Catania, la Randazzese (Ct) ed il Paternò (Ct). Espressione del movimento siciliano sono la messinese Emilia Ammirato, coach della nazionale italiana UNDER 13 di softball femminile e il reggino, ma catanese di adozione, Maurizio Imperio responsabile dei tecnici siciliani e coach della nazionale maschile di softball.

Nel girone A della serie A2 ben si è comportata la Jacks Torino, che da questa stagione è supportata dal colosso delle assicurazioni la Reale Mutua. Perché parliamo della squadra piemontese? Ne parliamo perché parte dello staff tecnico ed alcune giocatrici sono di origine siciliana.

Un’isola felice diretta dalla manager Maristella Perizzolo ex giocatrice di livello e sposata col messinese Maurizio, la cui figlia Alice Midiri classe 2000 è il ricevitore della squadra. Da Termini Imerese (Pa) proviene la famiglia dell’esterno Giulia Annunziata, laureata in scienze motorie all’Università di Torino.

Dello staff tecnico ne fanno parte anche il team manager Massimo Incandela, il cui cognome non tradisce le chiare origini messinesi, mentre è catanese Aurora Puccio la mental coach della squadra. Chiude il gruppo Fabrizio Campagnano, che segue la comunicazione dalla provincia di Palermo.world games

La storia della squadra di softball torinese è molto recente. Le fondamenta sono state gettate nel 2013, quando alcune componenti come i coach Paula Ferrua, Monica Miroglio, Samanta Valsania e la manager Perizzolo hanno vinto sul diamante di Torino il “World Master Games”.

Questo importante successo e grazie anche all'apporto di alcune giovani provenienti dal Torino Junior, ha dato la spinta per iniziare dal basso sotto l’effige dell’Asd Jacks, riportando così il softball nel capoluogo piemontese. Lavoro, dedizione e sacrificio hanno fatto conquistare nel settembre 2016 la storica promozione in serie A2, ottenuta con la vittoria dei playoff disputati in provincia di Lucca.

Nella stagione successiva vista la scarsità di fondi l’iscrizione al campionato 2017 è stata garantita grazie ad una campagna crowdfunding, al termine della quale oltre a raggiungere l’obiettivo della partecipazione la squadra da neopromossa ha sfiorato la qualificazione alla fase playoff.

Le Reale Mutua, che nei colori richiama il “Grande Torino”, oggi ha stilato un programma più ampio ed a lunga gittata, il quale prevede innanzitutto l’allargamento delle formazioni giovanili, perché da lì dovranno uscire le giocatrici che nel tempo andranno a rafforzare la prima squadra.

Proprio in quest’ottica le Jacks hanno stretto due importanti collaborazioni. La prima con la società di A1 del Saronno dal quale è giunta in prestito l’esterno classe 2000 Eleonora Bandini, la seconda con la novarese Porta Mortara, insieme alla quale è stata iscritta una formazione al campionato Under 21 e fra le cui fila alcune giocatrici torinesi disputeranno le finali playoff di serie B.

Insomma come a dire che la Reale Mutua Jacks Torino crescerà grazie al suo cuore siciliano, sperando di festeggiare i prossimi successi con un bel cannolo siciliano, farcito con dei pezzi gianduia o con un bel piatto di panelle o di arancine, accompagnate da una calda polenta.

E' il Banco di Sardegna Nuoro ad aggiudicarsi la prima edizione del Memorial Vittorio Pino, torneo internazionale di softball ad otto squadre dedicato alla memoria di Vittorio Pino, storico presidente del Legnano Baseball Softball scomparso pochi mesi fa.

Sul diamante Peppino Colombo di Legnano (MI) le sarde si sono imposte per 2-0 nella gara decisiva per il titolo sulle Saronno All Stars, formazione che, oltre ad alcune giocatrici delle biancoblu, comprendeva innesti provenienti da tutta Italia. In finale la protagonista è stata, ancora una volta, Janine Petmecky, vera MVP del torneo legnanese, che ha lanciato uno shutout ed ha sconfitto Chelsea Cohen nello scontro diretto in pedana tra statunitensi.Nuoro vittoria torneo

Il terzo posto è andato al Caronno, abile a sconfiggere il Legnano padrone di casa con il punteggio finale di 10-3. In pedana per le RheaVenders, che per l'occasione schieravano un lineup tutto composto da italiane, Carlotta Salis, giocatrice del Metalco Thunders eccezionalmente in prestito alle neroverdi che si sono aggiudicate così l'ultimo gradino dell'immaginario podio.

Risultato rotondo anche nella finale 5°/6° posto tra All Stars e Selection Florida Stealth, con la selezione "mista" azzurra che ha avuto la meglio per 5-0 grazie ad un'eccellente Carlotta Mori, lanciatrice del Taurus Old Parma, sia in pedana (shutout), sia nel box di battuta (triplo con le basi cariche che ha indirizzato il punteggio finale).

Strepitoso successo italiano dunque, con le cinque compagini nostrane presenti che si sono classificate ai primi cinque posti, scavalcando le selezioni statunitensi presenti a questo Memorial.

Proprio il derby a stelle e strisce tra College USA - Stripes e College USA - Stars, valido per la finale 7°/8° posto, è stato l'incontro più emozionante di giornata. Con le Stars avanti per 8-0, le Stripes sono riuscite nell'impresa di rimontare e di portare il match agli extra-innings, dove - con la regola del tie break - sono andate avanti nel punteggio in due occasioni, venendo però sempre rimontate delle Stars che nella parte bassa del sesto, sotto per 10-9, hanno battuto un walk-off single che ha portato a casa due punti per regalare loro il successo per 11-10.

CLASSIFICA FINALE 1° MEMORIAL VITTORIO PINO

1° Banco di Sardegna Nuoro

2° Saronno All Stars

3° Caronno Softball

4° Legnano Softball

5° All Stars

6° Selection Florida Stealth

7° College USA - Stars

8° College USA - Stripes

Foto: Le ragazze del Nuoro festeggiano la vittoria una volta tornate in Sardegna

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk