Due tentativi di no-hitter di Blake Snell e Jake Odorizzi aprono un "The Diamond" che vede soprattutto la 100esima vittoria stagionale dei Boston Red Sox e la grande vittoria dei Colorado Rockies, che continuano a marciare verso la NLDS percorrendo il sentiero principale. È stata però una giornata speciale soprattutto per giocatori lasciati fuori dal diamante, come Alex Bregman e Nelson Cruz. Il primo diventa il primo terza base nella storia ad avere una stagione da 50 doppi, 30 fuoricampo, 100 rbi e 100 runs e mette nel mirino il record di franchigia per doppi in single season (Biggio, 56); il secondo, a dispetto dei 38 anni di età, colpisce il 35esimo fuoricampo in stagione ed entra nel sempre più affollato club di giocatori con 1000 rbi in carriera.

 

Prima base - Tampa Bay Rays vs Cleveland Indians

Blake Snell rimpiangerà a lungo quel settimo lancio del settimo inning, una curva che non ha curvato e che è rimasta lì nel centro della zona. In battuta José Ramirez è sempre pericoloso, anche se in slump da ormai un mese, e non si è fatto sfuggire l'occasione per colpire il 38esimo fuoricampo della stagione, il primo round tripper dal 17 agosto. Snell fino a quel momento aveva permesso solamente due arrivi in base su ball e poi più niente, ha proseguito dominando con un no-hitter come solamente un asso sa fare, viaggiando verso la diciannovesima vittoria. Anche dopo l'errore non si è lasciato sopraffare ed ha chiuso l'inning e la sua partenza con tre rapidi out e con il nono strikeout di giornata. Per gli Indians la partita si era messa male sin da subito. Con due eliminati nel primo inning, Erik Gonzalez non riusciva a trattenere nel guanto una potente battuta di Tommy Pham ed un lancio più tardi i Rays erano sul 2-0 grazie ad un micidiale fuoricampo di Ji-Man Choi. Snell ferma gli Indians e Carrasco accusa ancora: nel quarto inning Bauers - che nell'at bat precedente era andato vicino al fuoricampo - batte un leadoff triplo a destra ed i Rays allungano sul 3-0 con una sac fly di Kiermaier. Anche dopo l'uscita di scena di Snell, gli Indians non riescono a reagire contro il monte di lancio di casa, che chiude l'incontro sul 3-1 per la squadra della Florida.

VIDEO: SNELL DOMINA GLI INDIANS 

VIDEO: IL FUORICAMPO DI CHOI

Seconda base - Minnesota Twins vs New York Yankees

Jake Odorizzi ha ipnotizzato le mazze newyorchesi per otto riprese, poi però non è riuscito a trovare la formula per fermare anche Greg Bird, che con un eliminato nell'ottavo inning ha trovato il doppio vincente che gli ha permesso di rompere il no-hitter e mandare a casa Luke Voit, salito in base con un walk. Tuttavia questo non è bastato agli Yankees per vincere a Target Field e salvare Luis Severino dall'ottava sconfitta in stagione. Il dominicano ha lanciato bene, ma ha pagato a caro prezzo l'ottima giornata di Odorizzi. Nel sesto inning l'unico punto lasciato per strada dall'asso Yankees, una corsa a casa di William Astudillo sulla battuta di Ehire Adrianza che è valso ai Twins il vantaggio per 1-0. Un inning più tardi sul monte non c'era più Severino (5.2, 4H, ER, 5K) ma David Robertson. L'ex White Sox ha avuto un black out proprio con due eliminati e nessuno in base, e tre valide più tardi (due doppi, un singolo) i Twins erano avanti 3-0 con un'altra corsa a casa (direttamente dalla prima base) di William Astudillo. Con il doppio di Bird gli Yankees hanno spezzato il no-hitter e tolto di mezzo Odorizzi, ma non sono stati capaci di giocare contro il bullpen avversario con Stanton e Gregorius eliminati con un corridore in prima nel nono inning.

VIDEO: ODORIZZI FERMATO A 5 OUT DAL NO-NO

VIDEO: LA SECONDA CORSA A CASA DI ASTUDILLO 

Terza base - Boston Red Sox vs Toronto Blue Jays

Forse raggiungere i Mariners del 2001 non sarà possibile (per farlo, i Red Sox dovranno vincere tutte e 16 le partite rimanenti sul calendario contro Blue Jays, Mets, Indians, Orioles e Yankees - che dovranno affrontare per sei volte), difficile - ma non impossibile - anche avvicinarsi agli Yankees del 1998, più alla portata invece diventare la prima squadra dal 2004 (St. Louis Cardinals) a vincere 105 o 110 partite di campionato. Questo consegnerebbe i Red Sox di Alex Cora alla storia. Intanto, un pezzo di storia - almeno quello di franchigia - i Red Sox del 2018 lo hanno già scritto. Ieri, infatti, è arrivato il 100esimo successo stagionale. Questa è solamente la 4a volte nella storia che i Red Sox hanno raggiunto almeno 100 vittorie in stagione. Il massimo è 105 vittorie. Era il 1912, i Red Sox avevano vinto la seconda World Series della loro storia con una squadra che faceva semplicemente paura e Babe Ruth, diciassetenne, non avrebbe effettuato il suo debutto con i Sox prima di due anni. L'ultima volta invece è stato il 1946. Si era in piena "maledizione" e infatti quell'anno i Red Sox persero il loro primo trip alla World Series da quando la maledizione era stata lanciata. Oggi la maledizione non fa più paura e, insieme agli Astros, quella di Cora sembra la squadra più attrezzata per portare a casa il Commissioner's Trophy. David Price non ha lasciato scampo ai Blue Jays, che contro di lui hanno colpito appena 3 valide in sette riprese concluse con altrettanti strikeout. Anche i Red Sox hanno avuto difficoltà. Aaron Sanchez è stato efficente come non mai in stagione, ma nel quinto un lancio pazzo gli è costato l'unico punto della partita con Rafael Devers che va a casa indisturbato. I Red Sox proteggono il vantaggio anche dopo l'uscita di scena di David Price con Wright e soprattutto Kimbrel (2K) che spezzano le gambe ai canadesi e bloccano il risultato sul 1-0.

VIDEO: KIMBREL 'SALVA', I RED SOX ARRIVANO A 100 VITTORIE PER LA PRIMA VOLTA DAL '46 

Casa base - Colorado Rockies vs Arizona Diamondbacks

La marcia dei Colorado Rockies continua senza sosta: grazie al primo walk-off in carriera di DJ LeMahieu, i Rockies tengono a distanza i Dodgers, mettono ancora di più nei guai gli Arizona Dbacks e sognano un ottobre da protagonisti. Eppure i desertici sembravano avere la partita in pugno. Con Corbin sul monte, i Dbacks segnavano per primi con la sac fly di Ahmed. Nel terzo inning chiudevano la parte alta sul 3-0 grazie ad un fuoricampo da due punti di Eduardo Escobar quasi annullato però dal 3-2 dei padroni di casa, che accorciavano le distanze prima con un doppio di Arenado, poi con un lancio pazzo con Holliday al piatto. Gli ospiti tornano avanti di due nell'inning seguente con un homer di Alex Avila, ma i Rox sembrano più determinati: si riportano a -1 nel quinto con il fuoricampo numero 33 di Arenado, poi, dopo una parte centrale chiusa male e diversi tentativi tra settimo e ottavo, riescono a risolvere l'incontro all'ultimo respiro con un fuoricampo da due punti di LeMahieu che regala alla squadra di Denver l'ottantesima vittoria in stagione.

VIDEO: LEMAHIEU MANDA IN ESTASI COORS FIELD 

La notte di mercoledì premia gli Oakland A's, che sbancano Baltimore con un 10-0 trovato tutto nel terzo inning e si portano ad una sola partita di distanza dal primo posto wild card, attualmente occupato dai New York Yankees. Restano sempre avanti di tre partite gli Houston Astros, che vincono a Detroit non senza difficoltà per 5-4 grazie ad un big inning nel quinto inning in cui gli Astros hanno ribaltato il risultato grazie al 50esimo doppio di Alex Bregman, che per l'occasione raggiunge anche quota 100 rbi in stagione diventando il primo terza base nella storia ad arrivare a tali cifre. Continua la crisi dei Mariners ai quali non basta il 35esimo homer di Cruz (che arriva a 1000 rbi in carriera) e perdono in casa per 5-4 contro i Padres. Crisi senza fine anche per i Phillies, puniti ancora una volta da Junior Soto, mentre i Milwaukee Brewers escono vittoriosi da Wrigley Field con un Granderson in perfetta forma. I Dodgers riescono a spezzare la maledizione Reds vincendo per 8-1 mentre i Braves spazzano i Giants in California ed i Pirates fermano la corsa dei Cardinals.

19/11/2018 (16 partite giocate)
 
Home
 
Visitor
Result
H Hits
V Hits
Winner
Loser
Save
BOXSCORE
 Mets
 Marlins
13-0
14
5
Zack Wheeler (11-7)
Trevor Richards (3-9)
No SV
GAMEDAY
 Mets
 Marlins
0-0
0
0
Rinviata (-)
Rinviata (-)
PPD
GAMEDAY
 Reds
 Dodgers
1-8
5
11
Caleb Ferguson (6-2)
Anthony DeSclafani (7-5)
No SV
GAMEDAY
 Rays
 Indians
3-1
7
1
Blake Snell (19-5)
Carlos Carrasco (16-9)
Jose Alvarado
GAMEDAY
 Tigers
 Astros
4-5
5
9
Gerrit Cole (14-5)
Daniel Norris (0-4)
Ryan Pressly
GAMEDAY
 Cardinals
 Pirates
3-4
7
10
Jameson Taillon (13-9)
Daniel Poncedeleon (0-2)
Felipe Vazquez
GAMEDAY
 Giants
 Braves
1-2
7
8
Dan Winkler (3-0)
Will Smith (2-3)
Jonny Venters
GAMEDAY
 Mariners
 Padres
4-5
8
8
Joey Lucchesi (8-8)
Wade LeBlanc (8-4)
Kirby Yates
GAMEDAY
 Orioles
 Athletics
0-10
1
15
Daniel Mengden (7-6)
Andrew Cashner (4-15)
No SV
GAMEDAY
 Phillies
 Nationals
1-5
5
9
Stephen Strasburg (8-7)
Aaron Nola (16-5)
No SV
GAMEDAY
 Red Sox
 Blue Jays
1-0
4
4
David Price (15-6)
Aaron Sanchez (4-6)
Craig Kimbrel
GAMEDAY
 Cubs
 Brewers
1-5
6
11
Josh Hader (6-1)
Kyle Hendricks (11-11)
No SV
GAMEDAY
 Twins
 Yankees
3-1
7
2
Jake Odorizzi (6-10)
Luis Severino (17-8)
Trevor Hildenberger
GAMEDAY
 Royals
 White Sox
2-4
7
7
Juan Minaya (2-2)
Burch Smith (1-5)
Hector Santiago
GAMEDAY
 Rockies
 D-backs
5-4
13
4
Wade Davis (3-6)
Yoshihisa Hirano (4-3)
No SV
GAMEDAY
 Angels
 Rangers
8-1
11
8
Felix Pena (3-4)
Yovani Gallardo (8-5)
No SV
GAMEDAY

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk