Domenica 30 giugno inizia l’ultimo mese del campionato di serie B, a cui si aggiungeranno i numerosi recuperi da effettuare prima dei play-off di settembre. La sosta di domenica scorsa, dopo la difficile trasferta di Lastra a Signa, ha consentito al WiPlanet Montefiascone di recuperare alcuni infortunati: Hernandez, Salgado e Ceppari sono quasi in forma, mentre lo sfortunato Fanali proprio in queste ore dovrà sottoporsi ad intervento per il ripristino del legamento crociato e per la rimozione del menisco; a lui gli auguri di tutto il baseball falisco, con la speranza di vederlo quanto prima sul monte.Lo swing di Leonardo Ceppari (WiPlanet Montefiascone)

L’ultima settimana ha portato l’esito del reclamo dei Lancers sulla sconfitta subita dal CALI: i toscani hanno beneficiato di un errore formale dei laziali ottenendo la vittoria a tavolino e sono tornati in testa alla classifica, seguiti dal WiPlanet e dal Catalana Alghero; appare sempre più probabile che la lotta per i due posti per i play-off sarà riservata a queste tre squadre: è impressionante quanto siano simili, per Lancers e WiPlanet, i dati statistici, che nel baseball sono molto indicativi del rendimento delle squadre.

Nella media battuta fra le 48 squadre dei 4 gironi della serie B, il WiPlanet Montefiascone è ottimamente 2° con 319, ma i Lancers seguono al 3° posto con 317: stesso ordine nella media difesa, con il WiPlanet Montefiascone 4° con 947, e i Lancers 5° con 946. Il dato statistico che definisce il rendimento complessivo del monte è la Media Punti Guadagnati sui Lanciatori (MPGL - indica i punti che sarebbero stati incassati dai lanciatori in ogni partita senza gli errori della difesa): in questa classifica i Lancers sono 10° con 4,29, mentre il WiPlanet Montefiascone segue a ridosso, 11° con 4,34.

Abbastanza diverse sono invece le statistiche della Catalana Alghero: migliore nel rendimento dei lanciatori (posto con una MPGL di 3,16), appena inferiore nella media battuta (posto con 297), ma sensibilmente peggiore nella media difesa, (21° posto con 930 di media).

Le prossime due domeniche potrebbero essere decisive per i sardi: infatti incontreranno prima i Lancers e poi il WiPlanet, ed i risultati di queste 4 partite potrebbero già stabilire le candidate più probabili alla post season.

I falisci li aspetteranno domenica 7 luglio sul diamante di Montefiascone con la voglia di rifarsi delle due sconfitte subite in terra sarda, ed un’eventuale doppia vittoria potrebbe già essere quasi decisiva per i play-off di settembre.

Play off che vedranno le prime due dei quattro gironi della serie B incontrarsi in semifinali e finali al meglio delle 5 partite e stabiliranno così le due squadre promosse alla serie A2 2020, una proveniente dai gironi A e B ed una da C e D. Uno sguardo alla classifica del girone C fa prevedere che, a meno di crolli nell’ultimo mese e nei recuperi, le probabili candidate ai play off potrebbero essere lo Junior Rimini (12 partite vinte e 4 perse) ed il Porto S. Elpidio (11 e 5), che hanno un discreto vantaggio su Fano (9/8) e Riccione (7/8).

CLASSIFICA AL 24 GIUGNO 2019

PG

PV

PP

%

Lancers Lastra a Signa

13

10

3

769

WIPLANET MONTEFIASCONE

17

12

5

706

Catalana Alghero

17

11

6

647

Latina

16

8

8

500

Livorno

16

7

9

438

Thunders Salerno

14

6

8

429

Red Jack Grosseto

18

5

13

278

Cali Roma

15

4

11

267

Finisce in parità lo scontro della seconda giornata col Parmaclima. Alla vittoria dei Titani in Emilia di venerdì fa eco il successo dei Ducali a Serravalle in questo secondo match della domenica pomeriggio, rinviato ieri sera per pioggia. Sono i due punti dell’avvio a pesare nel match, con San Marino ad accorciare all’8° ma senza poi riuscire ad agganciare gli avversari. Il vincente è l’ex Schiavoni, perdente Maestri, salvezza per Rivera.

INIZIO PRO PARMA. Si diceva dell’inizio favorevole agli ospiti. Ebbene, come nello spicchio di gara giocata sabato sera, Desimoni va in base ball. Dopo di lui raggiunge la prima con quattro ball anche Zileri, con la valida successiva di Poma a firmare l’1-0 e la battuta in doppio gioco di Sambucci sufficiente comunque a portare a casa il 2-0. Mattia Aldegheri, partente per il Parmaclima, concede poco a San Marino nei primi due inning (appena una base ball), ma al terzo i Titani toccano due singoli (Trinci e Giordani) e mettono gli uomini in posizione punto con due out prima dell’eliminazione di Epifano.

OCCASIONE SPRECATA AL 5°. Occasione sprecata dunque al 3° ma ancor più al 5°, quando, davanti a Oberto, San Marino va molto vicina a segnare. Il rilievo mancino di Parma non ha un impatto felice, subisce il doppio di Imperiali, passa in base con quattro ball Trinci e viene toccato dal bunt valido di Di Fabio. Il tutto ancora con zero out. Grossa occasione, ma i Titani non la sfruttano: Giordani è eliminato al volo in diamante, Epifano è strike-out e la rimbalzante di Romero produce l’eliminazione in prima.

ACUTO SAMMARINESE ALL’8°, MA RIVERA CHIUDE IL CONTO. Maestri prosegue bene la sua partita, concede due arrivi in base al 4° e uno al 6° (doppio di Sambucci) ma senza ulteriori punti ospiti. Dopo di lui tre inning divisi tra Cherubini e Mazzocchi senza che il punteggio si muova in favore per Parma. L’attacco sammarinese, intanto, dopo due inning (6° e 7°) poco produttivi, segna all’ottavo. Su Rivera, Flores va col doppio a destra, avanza su lancio pazzo e pesta il piatto di casa base sul singolo di Celli (1-2). Imperiali (F8) è il terzo eliminato della ripresa, con tutte le speranze che così sono riposte nel 9° inning. Subito due out, poi doppio di Giordani e insidiosa rimbalzante di Epifano verso il terza base Mercuri, che con un’ottima giocata elimina lo stesso Epifano in prima. Finisce 2-1 per il Parmaclima.

Si conclude con un bilancio di una vittoria e una sconfitta la trasferta dellaUnipolSai Assicurazioni Fortitudo Bologna a Ronchi dei Legionari, ospite dei Rangers Redipuglia. Un verdetto che esce dai due incontri di recupero disputati oggi, dopo il rinvio per pioggia di sabato e che lascia i biancoblu con l'amaro in bocca, perché la la squadra bolognese si è vista annullare per regolamento il 6 a 0 con il quale stava conducendo in garauno (riservata ai lanciatori di formazione italiana), trovandosi poi sconfitta per 9 a 6 nel recupero, iniziato questa mattina alle 11 con punteggio e inning “resettati”. Una sorta di “beffa” per il team allenato da Lele Frignani, che non vede certo pregiudicate le chances playoff (manca solo l'aritmetica), ma che si sente sotto attacco per il primo posto in classifica, visto il doppio successo del Nettuno City contro il Godo, che porta i tirrenici a sole due lunghezze dalla capolista e la trasferta fra due settimane nel Lazio rischia di diventare molto calda, non solo per il meteo. Rapido e autorevole invece lo 0 a 5 in gara2, mentre Parma e San Marino si sono divise la posta, restando a tre lunghezze dai campioni d'Europa.

Stesso teatro ma musica e spartiti cambiati nella prima delle due gare disputate al GaspardisNicolò Clemente, alla sua prima apparizione stagionale in biancoblu, ha vestito i ruoli del partente, ma il ventunenne bolognese non ha retto all'urto dei padroni di casa, dovendo gettare la spugna nel corso del terzo inning, con 5 punti a carico. Non molto meglio ha fattoAlex Bassani, che nelle tre riprese successive ha incassato altre 4 segnature. Ininfluente il pur ottimo finale di Filippo Crepaldi, che ha lanciato 2.1 inning, incassando una sola valida a fronte di 2 strikeout. L'attacco si è trovato a dover rincorrere per tutto l'incontro e si è fermato a 6 segnature, utili solo a rendere la sconfitta meno amara nel punteggio. Non omogeneo il contributo del lineup nella produzione delle valide, concentrate 10 su 11 negli spot dal quinto al nono, con Ericson Leonora (3 su 4, un fuoricampo e 2 RBI) sugli scudi, ma ottimo contributo anche da Alessandro Grimaudo (2 su 2 con 2 doppi), Vaglio (autore di un doppio), Paz e Russo (2 su 4 per entrambi).

Redipuglia sblocca al secondo inning, segnando due punti: Deotto (autore di un triplo) va a punto su valida di Cechet, che a sua volta segna su quattro ball a basi piene. Bologna reagisce e pareggia al terzo inning: Russo (singolo interno) e Grimaudo (doppio) segnano su volata di sacrificio di Nosti e valida di Ferrini. Al cambio di campo i padroni di casa rilanciano con altri tre punti segnati: con due out, Deotto e Monello, autori di una valida, vanno a punto sul triplo di Cespedes, che a sua volta segna su lancio pazzo, prima del cambio del pitcher. Stavolta la reazione biancoblu si ferma a un punto segnato al quarto attacco, frutto di un singolo al centro di Russo. Nella parte bassa ancora Redipuglia in evidenza anche contro Bassani, toccato duro da Anderson Hidalgo, con un fuoricampo da due punti a sinistra che manda a segnoRenzo Martini, autore di un doppio. La gara si spegne un attimo, poi Bologna torna a pungere al sesto inning, segnando due volte. L'attacco è aperto dal fuoricampo a sinistra di Leonora, poi un doppio di capitan Vaglio manda sotto la doccia un ottimo Omar Polo, sostituito da Zotti, che subirà il secondo punto della ripresa su una battuta in doppio gioco di Russo, che simbolicamente segna un po' la resa biancoblu. Anche perché al cambio di campo ancora Martini (doppio) e Hidalgo (volata di sacrificio) ristabiliscono il punteggio con quattro lunghezze di vantaggio per i Redipuglia, ridotti per il 9 a 6 finale dalla segnatura prodotta dalla Fortitudo al settimo inning, frutto di una valida dello scatenato Leonora.

IL TABELLINO

Netta, autorevole e inequivocabile la vittoria in garadue per la UnipolSai Fortitudo, che ottiene una shutout, frutto prima di tutto di una prestazione “mostruosa” di Raul Rivero, che ha lanciato un “perfect game” di sei riprese, affrontando 18 battitori in 59 lanci, eliminandone 10 al piatto, con 6 K consecutivi nel secondo e terzo inning. A completare il lavoro, il rientranteAntonio Noguera (2 riprese, una valida e 2 K) e Murilo Gouvea (una ripresa). Con 11 valide all'attivo e come extrabase il fuoricampo di John Polonius (3 su 5, 2 RBI), Bologna ha costruito il suo 5 a 0. Ottima la partenza con il fuoricampo da due punti al centrodestra di Polonius. Al quarto inning èAlessandro Grimaudo a battere a casa altri due punti con una valida a destra con basi piene, per i singoli di Leonora, Marval e Alessandro Vaglio (2 su 4). Terminata dopo sei riprese la prova di Pirvu sul monte di lancio giuliano e dopo il rilievo da due riprese di Bazzarini, i biancoblu segnano l'ultimo punto su Cespedes al nono inning, con un singolo interno di Fuzzi.

IL TABELLINO

Domenica scorsa a Cervignano del Friuli i Sultan Tigers hanno ospitato il Senago Baseball per il recupero della seconda giornata di intergirone, partita non si è disputata causa pioggia il 19 di maggio scorso. Il copione è stato esattamente lo stesso della scorsa settimana: posta in gioco spartita fra le due compagini, con una sconfitta nel primo incontro ed una vittoria in quello seguente.

Gara 1 è iniziata nel migliore dei modi per le tigri della bassa friulana: i padroni di casa sono abili a sfruttare le imprecisioni avversarie, segnando due punti nelle prime tre frazioni di gioco. Il primo punto arriva nel secondo inning con Tomasin che approfitta di un lancio pazzo del partente avversario Stefano Grassi. Il Senago non ci sta e pareggia subito i conti nella parte alta del terzo inning, ma i Tigers riescono a riportarsi avanti nella parte bassa quando Abate approfitta di un errore di tiro in prima base per girare il sacchetto di terza e segnare il 2 a 1.
Da questo momento però, a parte una segnatura all’ottavo inning, l’attacco del Cervignano si spegne, mentre quello dei lombardi continua a produrre punti fino alla fine. Il risultato finale sarà quindi di 8 a 3 per gli ospiti.

Mentre dalla vicina Slovenia iniziano a formarsi delle nubi temporalesche inizia gara 2 sul diamante di Piazzale Lancieri d’Aosta. La partita passa immediatamente in mano ai lanciatori, capaci di controllare i battitori avversari per le prime 4 frazioni.
Al quinto inning le tigri sfoderano gli artigli e mettono a segno un big inning da 5 punti, che permette loro di prendere il controllo del match. Il Senago immediatamente cerca di recuperare segnando 2 volte nella parte bassa del sesto inning, punti che non sono comunque sufficienti: nella parte bassa della stessa frazione, infatti, il Sultan Cervignano è abile a portare a casa ancora una segnatura ed imporre il risultato di 6 a 2.
Nel frattempo le nubi dalla Slovenia varcano il confine, cariche di pioggia, ed iniziano a rovesciare acqua in Italia, puntando proprio verso il diamante di Cervignano del Friuli. C’è tempo per giocare ancora un intero inning, poi all’inizio dell’ottavo il temporale si abbatte sul campo da gioco, interrompendo la partita. Mezz’ora dopo la partita viene dichiarata definitivamente finita: pioggia, attacco ed una ottima prestazione di Reyes Harvey dal monte di lancio regalano ai Tigers la sesta vittoria in serie A2 federale.

La prossima settimana il Sultan Cervignano Baseball sarà impegnato a San Giovanni in Persiceto per la prima giornata di ritorno del campionato 2019. All’andata le due squadre si divisero la posta in gioco con una vittoria a testa, per quella che fu in assoluto la prima, storica vittoria in serie A2 per i Tigers.

Sabato 22 e domenica 23 giugno sul campo da baseball di Imola si è svolta la prima edizione del Torneo “Tozzona Baseball Imola” dove hanno incrociato le mazze le squadre Under 12 e Under 15.

Nella prima partita del sabato dedicata alle rappresentative Under 12, iniziata con mezz’ora di ritardo per permettere il ripristino del campo dopo l’abbondanza pioggia mattutina, la squadra organizzatrice ha incontrato un solido e volitivo Ferrara Baseball Softball Club che ha venduto cara la pelle dimostrando l’enorme crescita dei ragazzi ducali dell’ultimo periodo.

La partita si è conclusa dopo 2 ore di gioco con il punteggio di 9-5 per i piccoli Indiani.

Nel secondo incontro è stata poi la volta dei ragazzi del Rimini 86 Baseball Club confrontarsi coi pari età estensi. Anche in questo caso la partita è stata molto vivace e ben giocata da entrambe le squadre. Il risultato a fine incontro recitava 15-5 per i ragazzi di Rimini.

Nella terza e decisiva sfida si sono affrontate le squadre del Rimini e di Imola in quella che doveva essere la finale del Torneo ma... il maltempo ha voluto dire la sua, rovinando la festa di questi ragazzi a cui non è nemmeno stato dato il tempo di terminare il primo inning. Il temporale ha reso impraticabile il campo per cui si è provveduto a decidere la squadra vincitrice con il più calcistico “lancio della monetina” che ha decretato la vittoria dei ragazzi provenienti dalla Riviera.

Domenica 23 davanti ad una bella cornice di pubblico si è svolta la seconda giornata della prima edizione del torneo “Tozzona Baseball Imola” e ad incrociare le mazze con gli Indiani Under 15 padroni di casa è stata la volta del San Lazzaro e dell’Oltretorrente.

La prima partita metteva di fronte i ragazzi del Tozzona Baseball e del San Lazzaro 90 e lo spettacolo offerto è stato all’altezza delle aspettative. Dopo 4 inning (il torneo prevedeva il limite massimo di 2 ore a partita) ad uscire vincitrice è stata la compagine di casa che nell’ultimo attacco è riuscita a sfruttare al massimo alcuni errori difensivi del San Lazzaro e grazie ad una rubata a casa base ha fissato il punteggio sul 7-6.

Nella seconda partita è stata invece la volta dei ragazzi dell’Oltretorrente affrontare i pari età del San Lazzaro. In questo caso, invece, la partita ha immediatamente mostrato una netta supremazia dei ragazzi di Parma, capaci di segnare punti in tutti gli inning a disposizione sfruttando problemi sul monte avversario e mazze solide in fase offensiva. La partita è finita col punteggio di 20-5.

Nella terza e decisiva partita le squadre di Imola e Parma si sono affrontate di conseguenza in quella che si può considerare come la finale del Torneo. Anche in questo caso i ragazzi dell’Oltretorrente si sono dimostrati solidi e hanno fatto capire perché sono a punteggio pieno nel loro girone di campionato (11 vittorie e 0 sconfitte).

La compagine imolese non ha però sfigurato provando a rispondere colpo su colpo agli avversari nei primi 2 inning ma alla lunga le pesanti mazze avversarie hanno scavato un solco definitivo e hanno conquistato la vittoria per 11-4.

La classifica finale vede dunque al primo posto il Gruppo Oltretorrente, al secondo i padroni di casa del Tozzona Baseball Imola e al terzo il San Lazzaro 90.

È stata una due giorni molto impegnativa ma di sicuro ricca di soddisfazione per l’organizzazione che è riuscita ad organizzare per la prima volta un torneo sul diamante di casa.

Un ringraziamento particolare va anche a tutti i genitori e volontari che hanno aiutato per far sì che la due giorni si svolgesse senza intoppi.

Il Boves lotta fino alla fine ma non riesce a battere i pari eta del Vercelli in una bella e combattuta partita non riuscendo però a completare la rimonta

Lo Skatch Boves dimostra, pur uscendo sconfitta, tutta la sua solidità di squadra nella finale regionale della categoria U12 baseball, disputata allo stadio “Comunale” di via passo Buole a Torino, i biancorossi hanno avuto il merito di lottare fino alla fine in una gara nella quale dopo solo tre inning si trovavano sotto di 5 punti, ma la determinazione a non mollare mai e la capacità di non arrendersi di fronte alla difficoltà, ma di perseverare, con intelligenza tenendo viva la gara faceva si che punto dopo punto si andasse veramente vicino all’aggancio.

….Purtroppo così non è stato, ma i ragazzi sono usciti dal campo a testa alta e con un bel sorriso sul volto tra gli applausi del numeroso pubblico ed i complimenti degli avversari a dimostrazione della bella gara disputata e dell’ottimo percorso stagionale effettuato.

 

La stupenda stagione della società Bovesana non si ferma, già dal prossimo week end  tre nostri atleti (Ariaudo, Cavallo e Meinero) giocheranno nella selezioni regionali difendendo i colori del Piemonte al torneo delle regioni che si disputerà nelle Marche, di seguito inizierà la stagione dei tornei estivi dove molti nostri ragazzi vestiranno casacche di colore diverso dal solito andando a rinforzare diverse società del territorio Piemontese, per poi essere di nuovopronti ad impegnarsi negli allenamenti per il prossimo importante obbiettivo stagionale con i sedicesimi di finale del campionato nazionale U12 in programma il 31 agosto in casa della squadra vincente del girone dell’Emilia Romagna ovest e la prima classificata del Friuli Venezia Giulia.

 

Vercelli Vs. Skatch Boves 7 – 6  

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk