Il Boves lotta fino alla fine ma non riesce a battere i pari eta del Vercelli in una bella e combattuta partita non riuscendo però a completare la rimonta

Lo Skatch Boves dimostra, pur uscendo sconfitta, tutta la sua solidità di squadra nella finale regionale della categoria U12 baseball, disputata allo stadio “Comunale” di via passo Buole a Torino, i biancorossi hanno avuto il merito di lottare fino alla fine in una gara nella quale dopo solo tre inning si trovavano sotto di 5 punti, ma la determinazione a non mollare mai e la capacità di non arrendersi di fronte alla difficoltà, ma di perseverare, con intelligenza tenendo viva la gara faceva si che punto dopo punto si andasse veramente vicino all’aggancio.

….Purtroppo così non è stato, ma i ragazzi sono usciti dal campo a testa alta e con un bel sorriso sul volto tra gli applausi del numeroso pubblico ed i complimenti degli avversari a dimostrazione della bella gara disputata e dell’ottimo percorso stagionale effettuato.

 

La stupenda stagione della società Bovesana non si ferma, già dal prossimo week end  tre nostri atleti (Ariaudo, Cavallo e Meinero) giocheranno nella selezioni regionali difendendo i colori del Piemonte al torneo delle regioni che si disputerà nelle Marche, di seguito inizierà la stagione dei tornei estivi dove molti nostri ragazzi vestiranno casacche di colore diverso dal solito andando a rinforzare diverse società del territorio Piemontese, per poi essere di nuovopronti ad impegnarsi negli allenamenti per il prossimo importante obbiettivo stagionale con i sedicesimi di finale del campionato nazionale U12 in programma il 31 agosto in casa della squadra vincente del girone dell’Emilia Romagna ovest e la prima classificata del Friuli Venezia Giulia.

 

Vercelli Vs. Skatch Boves 7 – 6  

 
 
Domenica è andato in scena sul campo di via Branze l'ultimo atto dell'intergirone A-B del campionato di A2 di baseball.
Il CUS Brescia ha ospitato il fanalino di coda del girone B, il Cervignano, puntando al bottino pieno, per ridurre le distanze da Torino, fermato sul pareggio il sabato da Verona.
I ragazzi di Gorrin fanno tutto bene in gara 1 ma gettano al vento gara 2, andando ad impattare la serie e perdendo una ghiotta occasione di guadagnare terreno sui piemontesi che si trovano ancora saldamente al secondo posto.
 
Tutto facile in gara 1 per i leoni bresciani, che devono fare i conti con l'assenza per squalifica di capitan Bazzana e con la defezione di Coletti, ancora fuori per infortunio. La squadra di casa però si fa valere e contro i friulani sfodera un ottima prestazioni alternando un' ottima prestazione della difesa ad una giornata positiva in attacco, indirizzando subito la partita dal secondo inning (3 a 0) e piazzando poi un big inning da 7 punti al terzo attacco che indirizza la partita chiudendola al settimo per manifesta sul punteggio di 12 a 2.
Da segnalare per la squadra di casa le ottime prestazioni in attacco di Bueno Silva (3 su 4 per lui con un triplo e un RBI) e Pellegrini (2 su 4 con un doppio e 3 RBI).
 
Dopo la brillante prestazione di gara 1 Brescia era attesa alla riconferma per gara 2, ma dopo una prima parte di partita in cui la squadra di casa dava l'impressione di poter avere nuovamente la meglio gli ospiti sono usciti alla distanza, e hanno fatto propria la partita, impattando la serie.
La partita parte in equilibrio grazie alla prova di entrambi i lanciatori partenti, ma è Brescia la prima squadra a portarsi in vantaggio grazie ad un ottimo gioco di squadra al terzo inning.
E' Pesci ad aprire le danze con un doppio, Pellegrini lo sposta in terza e Alloisio colpisce lungo per il fly di sacrificio che vale il primo punto della partita.
Brescia allunga ulteriormente nella parte bassa del quinto inning, grazie alle valide di Pesci, Pellegrini, Alloisio e al doppio a basi piene di Gorrin, che lanciano i leoni bresciani sul 3 a 0.
Nella parte bassa del settimo però, con la partita saldamente nelle mani dei lombardi, i friulani hanno una veemente reazione e si portano minacciosi con basi cariche e due out sul tabellone. A quel punto l'Ecotherm commette un errore, che invece che chiudere l'inning lo protrae consentendo alla squadra ospite di segnare 3 punti e impattare la partita, ribaltando l'inerzia in proprio favore.
E' la svolta che gira la partita. Brescia sembra frastornata e non riesce a rendersi pericolosa in attacco, mentre nella parte bassa del'ottavo Marini colpisce un lungo fuoricampo per il punto del vantaggio ospite.
Brescia ha ancora 2 attacchi per reagire ma non riesce a contrastare gli ottimi lanci di Reyes prima e Garcia poi, spegnendosi con un nulla di fatto e con il risultato fissato sul 4 a 3 per la squadra ospite.
 
Un altro pareggio dunque per l'Ecotherm, che lascia un po' di amaro in bocca per quanto fatto vedere in campo e per la sensazione che il bottino pieno fosse un risultato alla portata della squadra del manager Gorrin.
Adesso il campionato prevede una pausa e poi si comincerà con il girone di ritorno, che sarà una vera e propria volata fino all'ultimo respiro per vedere chi riuscirà ad aggiudicarsi un posto per i playoff.

Un caldissimo weekend lombardo ha regalato al Cervignano Baseball la possibilità di lasciare l’ultimo posto in classifica della serie A2 federale girone B e le tigri non si sono lasciate perdere l’occasione. MVP della giornata Elia Marinig, finalmente esente da impegni lavorativi, autore di due homerun.

Eppure gara 1 non ha decisamente regalato un buon auspicio ai friulani. Una sonora sconfitta per manifesta inferiorità al settimo inning, con il risultato di 12 a 2, è piovuta dall’alto sulla testa dei Tigers, complice una prestazione sicuramente non eccezionale dei lanciatori della bassa. 3 punti subiti al secondo inning, sommati ai 7 segnati nella frazione successiva, hanno tagliato ogni possibilità di rimonta alle tigri. Una nota positiva dell’incontro arriva nella parte alta del sesto inning, quando Marinig colpisce lungo sull’esterno destro, un fuoricampo da 2 punti che ha permesso il momentaneo recupero del Cervignano sul Brescia.

Non è più un caso però che le Tigri della bassa sappiano reagire alle batoste. In gara 2, nonostante la buona prestazione di Reyes T. Harvey sul monte di lancio, il Sultan Cervignano si ritrova sotto di 3 punti a metà match. Per 6 frazioni infatti la partita è stata sotto il controllo del lanciatore avversario Javier Fandino, ma al settimo inning arriva la svolta che cambia l’incontro a favore del Cervignano Baseball: Tomasin, Vidili e Sguassero, abili ad approfittare del cedimento del partente avversario e sfruttando le imprecisioni bresciane, pareggiano il conto riportando il risultato sul 3 a 3.
Marinig, in giornata di grazia, nell’inning successivo mette la firma sulla vittoria di gara due, punendo con il suo secondo fuoricampo giornaliero (e stagionale) il rilievo Pittari, appena subentrato al posto di Fandino.
Finalmente con il vento a favore, il Cervignano Baseball vede Harvey abbandonare il monte di lancio dopo 8 inning a favore di Anthony Garcia, che assolve appieno il ruolo acquisito di closer chiudendo l’ultima frazione con 2 strikeout a suo vantaggio.

Una vittoria guadagnata sul campo, che permette ai Sultan Tigers di abbandonare l’ultima posizione in classifica e tirare un po’ il fiato durante la lotta per la salvezza. Prossimo appuntamento domenica 23 giugno sul diamante casalingo di Piazzale Lancieri d’Aosta, dove si giocherà il recupero dell’intergirone contro il Senago Baseball.

Domani sera la nazionale italiana di baseball sosterrà una gara amichevole in preparazione ai campionati europei e al successivo torneo di qualificazione olimpica del prossimo mese di settembre.

La gara si giocherà alle 19 sul terreno dello stadio di Via Passo Buole di Torino e vedrà gli azzurri opposti alla locale formazione dei Grizzlies allenata da Pierpaolo Illuminati.

Per l'occasione l'allenatore Gerali, coadiuvato nello staff tecnico dal nostro Augusto Medina, ha convocato sette giocatori del Parma Clima. Si tratta di Mattia e Samuel Aldegheri, Yomel Rivera, Alex Sambucci, Ricardo Paolini, Aldo Koutsoyanopulos e Sebastiano Poma. I giocatori sosterranno un allenamento alle 15 e rientreranno a Parma al termine della gara amichevole per rimettersi a disposizione di Guido Poma in vista dell'impegnativo confronto con il San Marino del prossimo weekend.

B Baseball: l'Itas Assicurazioni BSC Rovigo lotta ma cede il passo a Reggio Emilia
 
L'Itas Assicurazioni Baseball Club Rovigo tiene testa al forte Palfinger Reggio Ray, ma esce dal diamante a mani vuote. Si chiude con un doppio successo degli ospiti il secondo turno del girone di ritorno nel campionato di Serie B giocato ieri, domenica 16 giugno, in Tassina. Contro una delle principali candidate ai playoff del Girone B, scesa qualche mese fa dalla Serie A1, il roster rossoblù ha sfoderato coraggio e determinazione, pagando però alcune riprese giocate non al meglio. Gara uno, disputata alle 11, si è chiusa col punteggio di 4-2 per Reggio Emilia; gara due ha premiato la squadra in trasferta 11-6.
 
I primi 4 inning di giornata hanno per protagonisti soprattutto i lanciatori, con un Crepaldi come al solito bravo a far girare a vuoto le mazze avversarie. Il sostanziale equilibrio è rotto solo dalla corsa a casa base di Schibuola, che porta Rovigo al momentaneo vantaggio. La reazione del Palfinger è concentrata tra la quinta e sesta ripresa: gli emiliani incamerano 4 punti, poi decisivi per mettere definitivamente in tasca gara uno. La controreplica dei rossoblù, che sul monte inserisce Pietrogrande, si ferma infatti al secondo punto siglato ancora da Schibuola al settimo turno di battuta. Poi nell'ottavo e nono inning il punteggio resta congelato e Reggio Emilia conquista il primo round.
 
Più frizzante e ricca di punti gara due. Rovigo, che parte con Frigato sul monte di lancio, paga un avvio troppo incerto. Il Palfinger trova subito il primo allungo, poi scappa sul 4-0 nel terzo inning. Al quinto si sveglia l'attacco rossoblù: le corse a casa base di Reyes, Cherubin e Boldrin, quest'ultimo all'esordio in stagione, riducono il gap, anche se nello stessa ripresa gli emiliani trovano altri due punti. Anche nel sesto e settimo inning gli attacchi hanno la meglio sulle difese, ma a uscirne avvantaggiata è ancora la squadra ospite che raccoglie 4 punti contro i 3 segnati dai rossoblù (Schibuola, Reyes e Foli). Rovigo sul monte di lancio ruota Taschin, Cherubin e Foli. Negli ultimi due turni nel box di battuta i padroni di casa non riescono a invertire l'inerzia del match, che premia il Palfinger, a punto anche all'ultimo innning.
 
L'Itas Assicurazioni Baseball Softballa Club Rovigo resta nella pancia del Girone B, al quinto posto. Per riagganciare chi sta sopra occorrerà sfruttare al meglio il doppio recupero contro i Dragons, attualmente primi della classe.
 
 
A2 Softball: Trasferta a Verona sfortunata per le "Girls" rossoblù. Il roster accoglie Mazzanti e Gulli
 
Trasferta sfortunata domenica scorsa, 16 giugno, per le ragazze del Baseball Softball Club Rovigo. Nel secondo turno del girone di ritorno del campionato di softball Serie A2, le rossoblù hanno ceduto il padrone di casa del Tecnovap Dynos Verona. Combattuta e avara di punti gara uno, chiusa 2-1 per le padrone di casa; a senso unico gara due giocata in serata. 
 
Per Rovigo l'impegno in casa scaligera si prospettava ostico già in partenza. Non solo per la forza dell'avversario, che ora è salito al quarto posto del Girone B, ma soprattutto per le due pesanti assenze nel roster rodigino: tra le "Girls" mancavano infatti Federica Cultraro e di Charlie Montgomery, quest'ultima rientrata negli Usa. Due pedine importanti nello scacchiere rossoblù. Nonostante ciò le ragazze polesane si sono battute al massimo delle loro possibilità e, soprattutto in gara uno, hanno dato filo da torcere alle avversarie. La prima sfida è scivolata via nel segno dell'equilibrio fino al terzo inning, con lanciatrici e difese in dominio sugli attacchi. Poi alla quarta e quinta ripresa le veronesi hanno trovato i primi due punti. Rovigo è rimasta in partita ma, dopo un sesto inning chiuso ancora 0-0, al successivo turno di battura è riuscita solo a dimezzare lo svantaggio, facendo così partire i titoli di cosa su gara uno.
 
Gara due, invece, ha visto il Tecnovap partire subito fortissimo: tre passaggi a casa base nel primo inning, altri sette nel secondo. Le rossoblù hanno provato a scuotersi nel terzo, riuscendo però a incamerare solo un punto, contro i tre veronesi. Infruttuoso anche l'ultimo turno di attacco del Rovigo e alla quarta ripresa la sfida si è chiusa sul 13-1.
 
Per il Baseball Softball Club Rovigo si tratta di un turno da valutare e archiviare tenendo conto delle due pesanti assenze nel roster. La pausa nel campionato di Serie A2 consentirà alla squadra rodigina di ricaricare le pile e riprendere subito in mano il bandolo della matassa. Il team, inoltre, si rafforza con l'arrivo di due nuove giocatrici pronte a dare il meglio per riguadagnare posizioni in classifica. Si tratta di Arianna Mazzanti da Livorno e Erika Gulli da Lodi. A loro va il benvenuto di tutto il Baseball Softball Club Rovigo.

Novità nel roster dei campioni d'Europa della UnipolSai Assicurazioni Fortitudo Bologna, che si sono assicurati le prestazioni di un forte atleta di origine cubana, ma emigrato in giovane età in Francia, acquisendo la cittadinanza e di conseguenza anche lo status di comunitario; destro in battuta, di ruolo ricevitore e prima base. Si tratta di Andy Paz, nato a L'Avana il 5 gennaio 1993, dunque nel pieno della maturità tecnica ed atletica, che rappresenta un'importante addizione al lineup della squadra allenata da Daniele Frignani e in difesa andrà ad alternarsi con Osman Marval.

Andy Paz, arrivato in Francia nel 2007, completando la sua formazione nello Stade Toulousain, ha all'attivo 7 stagioni in Minor League (2011/2017) nelle fila della franchigia degli Oakland Athletics, disputando in totale 254 gare (delle quali 99 in doppio A), con medie offensive interessanti (AVG .256 / OBP .339 / SLG. 333). Nelle ultime due stagioni (2018/2019) è passato in Independent League, migliorando la medie battuta e slugging (AVG .271 / OBP .310 / SLG. 388), colpendo 81 valide, con 20 doppi, 3 tripli e 3 fuoricampo in 79 partite. Bronzo con la Francia agli europei juniores 2009 di Bonn, oro agli europei under 21 2012 di Brno, Andy è poi diventato un punto di forza della nazionale maggiore. Per lui anche un'esperienza nella lega invernale del Nicaragua, con Tigres del Chinandega, stagione vincente 2017/18, compagno di squadra anche in quell'occasione di Marval.

Nel 2011 e 2012 gioca in Rookie League con gli Athletics nella Dominican Summer League, con medie battuta oltre .300 e medie “on base” ben oltre .400, mentre nel 2013 si trasferisce in Arizona League, abbassando le prestazioni. Nel 2014 sale di livello con Vermont Lake Monsters (singolo A, short season) e Beloit Snappers(singolo A), ma le medie non sono eccellenti anche perché gioca con poca continuità, alternandosi ancora con qualche apparizione in Rookie League. Il 2015 è sulla falsa riga della stagione precedente, ma nel 2016 sale di un altro livello, andando a giocare 46 gare in doppio A con Midland RockHounds, squadra texana, trovando continuità e di conseguenza anche forma col “bastone” (AVG .320 / OBP .393 / SLG. 420, con 9 doppi e 2 fuoricampo). Sempre nel 2016 gioca un'altra decina di partite ancora a Beloit (singolo A) e Stockton (singolo A avanzato), dove in 6 gare e 23 presenze al box ha medie eccellenti (AVG .421 / OBP .522 / SLG. 579). Nel 2017 disputa l'intera stagione in doppio A a Midland, ottenendo medie buone, ma inferiori all'anno precedente, nelle 53 gare disputate (AVG .251 / OBP .303 / SLG. 274). Nel 2018 l'approdo in Independent League, giocando 66 incontri con Gary SouthShore RailCats(American Association), mentre in questa stagione ha militato per i Sussex County Minex (Canadian-American Association).

A seguito di questa scelta tecnica, la Fortitudo baseball ha deciso di rinunciare, pur a malincuore, ad avvalersi delle prestazioni di Jarreau Martina, al quale vanno i ringraziamenti della società per la disponibilità dimostrata in questi mesi, per il sorriso e l'allegria che ha portato nell'ambiente biancoblu e contemporaneamente si chiude anche il rapporto con Lionar Kindelàn, preso atto che anch'egli non rientra più nei piani tecnici della società. Ai due atleti un sincero in bocca al lupo per il prosieguo della carriera.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk