Tutto nell’ultima gara, si decide tutto nell’ultimo inning dell’ultima gara. Un fuoricampo di D’Addio porta a Napoli il primato della Division e la vittoria finale del concentramento.  Sarebbe limitativo racchiudere il concentramento in una sola azione, in mezzo c’è tanto altro: Caserta, in crescita con meccanismi sempre più rodati, un gioco solido capace di piegare le due pugliesi del girone. Foggia, che, pur perdendo due gare, ha messo in campo tutta l’esperienza e la solidità mostrata nel primo concentramento e un Bari che torna ancora a bocca asciutta ma che ha ritrovato Debellis sul monte e un interbase di grande solidità.

©theRealphoto.it Emilio LandolfiGARA 1 – Il Derby campano. Caserta e Napoli si ritrovano faccia a faccia per l’ennesima volta. L’avvio dei Brewers mette pressione a Napoli che parte subito sotto 2-0. Laudisio dal monte mette in crisi gli attaccanti napoletani che restano a secco fino al quarto inning (0-2). Si inizia a ballare caraibico: Jimenez e Carrasco suonano la carica dei partenopei, Migliozzi guida alla perfezione la batteria degli esterni, è il break decisivo. Nel rush finale Napoli chiude 5-2.

GARA 2 –  Il Derby del Tavoliere. Bari e Foggia si sfidano per la seconda volta nella Division, Sono gli Embers a partire forte piazzando subito un parziale di 4-0 e sfruttando qualche imprecisione dell’attacco barese. I Warriors lottano fino alla fine; una battaglia serratissima che vede prevalere le difese sugli attacchi, con i foggiani capaci di gestire il match fino alla fine conservando i 4 punti di vantaggio.

GARA 3 – Il Riscatto. L’entusiasmo dei Brewers è contagioso e trascina tutto il pubblico accorso al diamante, casa dell’Academy Caserta Softball. Il Roster di Claudio Stefanelli non ha nessuna intenzione di abdicare, ne viene fuori una gara bellissima e ricca di emozioni. Il primo inning con i casertani in vantaggio di un punto (2-1), Strappo dell’attacco Brewers nel secondo parziale di gioco con Valdes ed Hernandez che spingono sul 6-1 Caserta. Un colpo pesantissimo che avrebbe affondato tutti, tutti tranne gli Embers che alzano l’intesità di gioco. Caserta regge nel terzo (2-2), ma è costretta a subire nel quarto le bocche di fuoco di Stefanelli che chiudono 0-4. Il limite di tempo premia i padroni di casa (8-7), regalando a Scotto e compagni il primo sorriso di giornata.

GARA 4 – La voglia di vincere. Al ritorno in campo, Napoli gira un po’ gli uomini a disposizione nella seconda gara mescolando un po’ le carte in vista della gara decisiva contro Foggia. Ancora una volta per il roster barese è fatale il primo inning: subito sotto 0-4, il Napoli Baseball Softball concede davvero poco in difesa e riesce sempre a sbrigare le situazioni più critiche. I Warriors ci provano, ma alla fine il tabellone dirà 7-0 in favore dei Partenopei.

GARA 5 – La conferma. Dopo la vittoria contro gli Embers, Caserta non ha nessuna intenzione di fermarsi. Di fronte I Warriors che, con calma, ritrovano lo spirito sereno che li ha sempre contraddistinti.  Ancora una volta fatale il primo inning, Valdes e compagni sono subito avanti 4-0,due inning di ottime difese dove gli ospiti tengono testa al roster casertano.  Nel quarto i Brewers subiscono i primi 3 punti del roster barese del concentramento. I ragazzi di Lieto non ci stanno e piazzano un attacco fermato solo dal limite di punti per inning fissando il punteggio sul 3-8 finale.

GARA 6 –  La sottile linea che separa il successo dalla sconfitta. Tutto in gioco fino a gara 6, le prime 3 posizioni si decidono, così, tutte nell’ultima sfida tra Napoli e Foggia, con Caserta spettatore interessato del match. Partenza di stampo partenopeo subito 2-1. Stefanelli ha distribuito bene i suoi giocatori, gli Embers hanno forze fresche in campo e si fanno sentire nel secondo inning con un parziale pesante di 0-4 (2-5). Il Napoli Baseball Softball prova a riaprire la contesa nel  terzo parziale di gioco portandosi in parità. Situazione di equilibrio che dura il tempo del cambio di campo: Foggia è forse la squadra tatticamente più preparata della Division e piazza tre valide che portano l’inning in parità e i pugliesi di nuovo avanti (4-7). A spia della benzina accesa, Napoli sente però il profumo della vittoria: Carrasco arriva in prima, Jimenez segue il connazionale per base intenzionale, arriva il sacrificio di Vallefuoco che fa avanzare in base i due dominicani. Leone trova un a velenosa da 2 basi che porta a casa i due dominicani. Nichols arriva in base,  E Galdiero porta a casa Leone per il 3-0. Con due out Tocca a D’Addio chiudere i conti con un colpo impressionante. Esplode così la festa partenopea che si porta in testa alla Division.

CLASSIFICA DOPO 2 CONCENTRAMENTI

NAPOLI  BASEBALL SOFTBALL   14; FOVEA EMBERS  12; CASERTA BREWERS  10; WARRIORS BARI  4.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk